San Giorgio delle Pertiche, Il prato dei fiori


Appunti de vacanze 2015

San Giorgio delle Pertiche, il prato dei fiori di via Ungheria

Questo campo si trova lungo il Tergola, alla fine di via Ungheria. Ha una superficie presunta di circa 4000 m2 ed e` attorniato da Tigli.

Il monitoraggio da me eseguito il 1 giorno di Agosto ha portato ad una lista di ben 39 specie erbacee. Un numero da fare invidia a un prato di montagna. Sicuramente la lista non e`completa, le piante primaverili e molte erbacee erano gia sfiorite o rinsecchite e quindi irriconoscibili.

Il prato durante il monitoraggio era in piena fioritura estiva, le piante piu`appariscenti erano la carota selvatica e il Fiordaliso stoppiato, ovunque svolazzavano farfalle, libellule e altri insetti. Un bellissimo esempio di come dovrebbe essere un prato!

Lista delle specie erbacee rinvenute:

  1. Achillea millefolium
  2. Centaurea jacea
  3. Cichorium intybus
  4. Cirsium arvense
  5. Clinopodium vulgare
  6. Convolvolus arvensis
  7. Crepis biennis
  8. Daucus carota
  9. Digitaria ischaeum
  10. Euphorbia cyparissias
  11. Galium album
  12. Glechoma hederacea
  13. Knautia arvensis
  14. Leontodon autumnalis
  15. Lotus corniculatus
  16. Medicago lupulina
  17. Medicago minima
  18. Mentha longifolia
  19. Orobanche caryophillacea
  20. Picris hieracioides
  21. Plantago major
  22. Plantago media
  23. Polygonum aviculare
  24. Potentilla reptans
  25. Prunella vulgaris
  26. Ranunculus acris
  27. Rorippa sylvestris
  28. Rumex obtusifolium
  29. Salvia pratensis
  30. Scabiosa columbaria
  31. Setaria viridis
  32. Silene alba
  33. Silene vulgaris
  34. Sorgus malapense
  35. Tarassacum officinalis
  36. Thymus pulegioides
  37. Trifoglio fragiferum
  38. Trifolium repens
  39. Verbena officinalis

Farfalle

Un prato cosi non puo` che attirare molti insetti, tra cui molte specie di farfalle. Queste alcune delle specie notate durante il monitoraggio: Lasiommata megera, Colias hyale, Pieris brassicae, Iphiclides podalirius, Papilio machaon, Aricia plebeius, Lichaena phlaeas, Vanessa cardui, Coenonympha pamphilus, Thymelicus lineola, Polyommatua icarus, Macroglossum stellatarum. E questo e’certamente una lista che non comprende tutte le specie. Per avere una lista completa bisognerebbe spendere molto piu` tempo a monitorare.

 

 

DSC03795

Podalirio su Centaurea Jacea

DSC03931

Lycaena phlaeas

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potenzialita` e gestione

Questo angolo eccezionalmente “biodiverso” del paese di San Giorgio delle Pertiche potrebbe offrire opportunita` didattiche per le scuole o gruppi culturali. Puo’ inoltre essere usato anche come esempio per eventuali altri prati da allestire. Raccogliendo semi dalle erbacee da fiore presenti si possono seminare altri prati piu’ poveri di specie. Essendo il prato proprieta’ del comune, credo che sia il comune a gestire il prato. Purtroppo, pochi giorni dopo la mia visita, il prato e` stato ‘trinciato”, nel pieno della fioritura. Non solo si e` persa la possiilita` di ammirare la fioritura, ma anche le farfalle e altri insetti sono stati trinciati o sono dovuti fuggire in altri luoghi. Peccato, maglio sarebbe aspettare che le piante maturino i semi e li disperdino nell’ambiente circostante.

 

DSC03799

Campo dei fiori in piena fioritura

IMG_20150805_115057706

Campo dei fiori…..dopo la trinciatura!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il taglio dell’erba e` indispensabile per mantenere il prato, altrimenti, dopo un certo tempo viene invaso da erbe dominanti e si avvia a diventare bosco. L’importante e’ scegliere il momento giusto in cui intervenire. La trinciatura arricchisce il terreno di sostanze nutritive e favorisce l’insediamento di erbacce tipo il Sorgo. La gestione tradizionale dei prati da fieno e`quella piu` adatta a mantenere la varieta` di specie.

Spero che i cittadini di San Giorgio e le autorita` competenti si accorgano di questa ricchezza e sappiano valorizzarla prima che vada persa a causa di gestioni inadeguate.

 

 

Geef een reactie